"Chi ha paura di Virginia Woolf?" è un testo di Edward Albee, messo in scena per la prima volta nel 1962. Esso si sviluppa intorno alla complessità della relazione tra Martha e George, membri di una coppia di mezza età . Una sera tardi, dopo una festa universitaria, i due ricevono in casa, come ospiti, un'inconsueta coppia di giovani, Nick e Honey e li attirano nella loro vita amara e frustrata .

"Rosencrantz e Guildenstern sono morti" è un'assurda tragicommedia esistenziale di Tom Stoppard, messa in scena per la prima volta all'Edinburgh Fringe Festival nel 1966. L'opera reinventa le gesta di due personaggi minori dell'Amleto di Shakespeare, i cortigiani Rosencrantz e Guildenstern. L'azione dello spettacolo di Stoppard si svolge principalmente "nelle pieghe" della notissima opera shakesperiana,

"La domanda d'impiego" è un'opera dell'autore francese Michel Vinaver, pseudonimo di Michel Grindberg. L'autore sviluppa l'idea di portare sul palco l'ordinario, il quotidiano; la trama, pretestuosa, comprende diversi filoni narrativi (il licenziamento del protagonista, la sua infanzia in Madacascar, gli assurdi questionari del colloquio di lavoro in atto, la difficoltà della moglie di adattarsi alla nuova condizione economica e sociale, la figlia incinta). Il testo è strutturato in modo che ciascuno di questi filoni narrativi sia scomposto e ricomposto così che le battute non seguano più, apparentemente, una consecuzione logica. 

Vittime del dovere è un dramma in un atto scritto nel 1953 dal drammaturgo franco-romeno Eugène Ionesco. Si tratta di  un lavoro degli inizi che non ha ricevuto la notorietà delle sue altre opere. Il testo è nello stile del Teatro dell’assurdo, di cui Ionesco è stato un pioniere.